L'Iseltrail

Escursioni lungo il fiume glaciale a flusso libero più lungo delle Alpi

Escursione per amatori sul più lungo fiume glaciale ancora attivo delle Alpi

Fantastici percorsi-esperienza in un magico mondo incantato con tappe intermedie personalizzabili – percorsi esplorativi disponibili da subito!

 

Dalla soleggiata città delle Dolomiti di Lienz, nel verde fondovalle, fino alla porta artica del ghiacciaio all'interno del Parco Nazionale Alti Tauri. Da un amabile paesaggio antropizzato al più isolato paesaggio selvaggio alpino. Sempre accompagnati dal rinfrescante elemento primordiale dell'acqua, superando pianure erbose, banchi di ghiaia, gole, rapide e cascate: il nuovo Iseltrail dischiuderà per voi la vena pulsante dell' Osttirol, catena di montaggio di bellezze naturali incontaminate e da favola. E gli amanti della natura – anche senza esperienza su terreni alpini – avranno ai loro piedi un grandioso ambiente montano. Il fiume vi mostrerà tutti gli innumerevoli lati del suo carattere, ora posato, scrosciante su pittoreschi scenari, ora teatralmente fragoroso, con un temperamento smodato, ora misteriosamente spumeggiate. Amanti della natura, escursionisti amatoriali, fan del selvaggio o in fuga dal caldo: vi basterà seguire il corso del fiume.

 

Potete scoprire subito il nuovo Iseltrail grazie alle coordinate GPX.

Un percorso per escursioni completamente segnalato, con tantissimi nuovi belvedere in posticini magici, sarà aperto in primavera 2020. A tal fine, l'Iseltrail sfrutta sentieri già esistenti. Tutte le misure architettoniche messe in atto sono pensate per avere un impatto il più delicato possibile sulla natura. Su una lunghezza complessiva di 74,19 chilometri e 2169 metri totali di dislivello in salita, l'Iseltrail si suddivide in 12 tappe parziali personalizzabili.

Percorribile in tre modi:

  • Autobus pubblici per e dalle singole tappe con un alloggio fisso, utilizzo gratuito con la carta degli ospiti del vostro locatore
  • Escursione da tappa a tappa con alloggi diversi
  • Escursione in tenda – da campeggio a campeggio

Attrazioni lungo l'Iseltrail

L'Isel è una catena di montaggio di bellezze naturali.

Il mondo di tamerici dell'Isel tra Lienz e Huben

In quanto fiume di pianura a lento decorso, l'Isel mostra tutta la sua bellezza tra le incantevoli alte montagne con idilliaci isolotti, pianure erbose e boscose, banchi di ghiaia – e le tamerici come rarità vegetale; il tutto condito da aree di sosta sulle sue sponde.

Le cascate di Daberer presso Schlaiten:

Le cascate si riversano con una rinfrescante pioggia di zampilli d'acqua in una selvaggia gola nella roccia

La cateratta di Feld:

Ampie superfici ghiaiose costeggiano le spumeggianti rapide, l'acqua lambisce la roccia rendendola brillante – un primo incontro con il selvaggio Isel

La cateratta di Virgen:

In una gola isolata, circondata da foreste montuose naturali, l'Isel si getta in discesa per svariati metri lungo pittoreschi gradini di roccia – apertura prevista per il 2020

La gola dell'Isel presso Bobojach:

Nell'erto canyon incassato nella roccia, la più ampia gola dell'Iseltrail, il fiume ribolle, spumeggia e scroscia imponente ad un ritmo rapidissimo – nuova salita in via di pianificazione

Le Griese (sponde ghiaiose) tra Virgen e Prägraten:

Zone di acqua bassa si alternano a spiagge allo stato naturale con pendii rocciosi – a Prägraten troverete una zona balneabile

Le cascate di Zopatnitzen presso Prägraten:

In una valle laterale presso Prägraten, il ruscello di Zopatnitzen precipita lungo una ripida gola boscosa e avvolge il bacino roccioso in una salutare nebbiolina d'acqua

La gola di Glo presso Hinterbichl/Ströden:

La furia smodata della natura si scatena in un enorme crepaccio orizzontale – una cabina panoramica vi offrirà le migliori immagini della gola e delle cascate, un belvedere è previsto a partire dal 2020

Le cascare di Ströden:

Cateratta nascosta e piena di mistero, visibile in lontananza dal ponte di Ströden

Le cascate inferiori di Umbal:

La natura selvaggia e scrosciante dell'acqua, con i suoi scintillanti zampilli, è l'attrazione principale della valle – queste celebrità acquatiche sono visibili lungo il percorso panoramico acquatico e da alcune erte piattaforme che emergono tra gli zampilli d'acqua

Le cascate superiori di Umbal:

Imponenti masse d'acqua si nebulizzano al di sopra delle voragini alpine – uno spettacolo naturale unico nel suo genere – apertura prevista via percorso pedonale a partire dal 2020

La sorgente dell'Isel:

Nel Parco Nazionale Alti Tauri resterete incantati dalla vastità delle Alpi e da un rilassante isolamento. Il culmine del percorso è offerto, infine, dalla sorgente dell'Isel alla porta del ghiacciaio dell'Umbalkees...

Le tappe dell'Iseltrail

Iseltrail

punto di partenza:
Lienz
punto d‘arrivo:
Gletscherzunge am Umbalkees
punto piú alto:
2500 m
tempo di cammino totale
22 h
lunghezza percorso
74.2 km
🔋
dislivello in salita
2169 hm
🞽
difficoltà
medio

Contorno delle fasi

L'Iseltrail si suddivide in varie sezioni di lunghezza diversa, che scorrono tra vari villaggi offrendo tantissime opportunità di ristoro e pernottamento. Potrete, dunque, percorrere l'Iseltrail in maniera totalmente flessibile – a seconda del vostro umore, delle vostre condizioni di salute, delle vostre esigenze di sosta o della vostra voglia di camminare. Qui di seguito troverete un esempio di percorso su 5 tappe!

Iseltrail

punto di partenza:
Lienz
punto d‘arrivo:
St. Johann im Walde
punto piú alto:
752 m
tempo di cammino totale
4:30 h
lunghezza percorso
15.727 km
🔋
dislivello in salita
122 hm
🞽
difficoltà
medio

Iseltrail

punto di partenza:
St. Johann im Walde
punto d‘arrivo:
Matrei in Osttirol
punto piú alto:
968 m
tempo di cammino totale
4 h
lunghezza percorso
14.241 km
🔋
dislivello in salita
229 hm
🞽
difficoltà
medio

Iseltrail

punto di partenza:
Matrei in Osttirol
punto d‘arrivo:
Prägraten am Großvenediger
punto piú alto:
1267 m
tempo di cammino totale
5 h
lunghezza percorso
15.378 km
🔋
dislivello in salita
491 hm
🞽
difficoltà
medio

Iseltrail

punto di partenza:
Prägraten am Großvenediger
punto d‘arrivo:
Clara Hütte
punto piú alto:
2040 m
tempo di cammino totale
4:30 h
lunghezza percorso
12.769 km
🔋
dislivello in salita
852 hm
🞽
difficoltà
medio

Iseltrail

punto di partenza:
Clara Hütte
punto d‘arrivo:
Gletscherzunge am Umbalkees
punto piú alto:
2500 m
tempo di cammino totale
5:30 h
lunghezza percorso
16.076 km
🔋
dislivello in salita
475 hm
🞽
difficoltà
medio

L'Isel, meraviglia della natura

Solo pochi grandi fiumi alpini, oggi, possono ancora fluire liberi, senza impedimenti e dighe di sbarramento. L'Isel nell' Osttirol, insieme al Lech nel Tirolo settentrionale e al Tagliamento in Friuli/Italia, è uno degli ultimi grandi fiumi selvatici alpini dell'Europa centrale. In nessun tratto, infatti, le sue masse d'acqua sono sbarrate per ricavare energia o convogliate all'interno di centrali elettriche. Per lunghi tratti, quindi, l'Isel presenta un'area fluviale sfrenata, in continuo cambiamento con un'ampia gamma di biocenosi e specie rare. Proprio questo rende il fiume un'esperienza naturale unica nel suo genere.

youtube video

Vena pulsante

A differenza del Lech e del Tagliamento, l'Isel è, inoltre, un fiume glaciale. Ha origine sull'Umbalkees, ad alta quota, nella natura selvaggia del Parco Nazionale Alti Tauri. Dal ghiacciaio, il fiume scroscia poi come vena pulsante nell' Osttirol fino alla sua foce nella Drava a Lienz. In tal modo, l'Isel mette in comunicazione la vastità della natura isolata delle Alpi con il paesaggio antropizzato nel fondovalle.

 

Naturalezza rara

Con i suoi affluenti, l'Isel compone un enorme sistema acquifero allo stato naturale. Anche i suoi affluenti, infatti, sono pressoché incontaminati, garanzia per una qualità purissima dell'acqua. Una vera rarità in un paesaggio intensamente marcato dalla presenza dell'uomo. L'Isel rappresenta, perciò, il fiume glaciale più lungo ancora corrente e, perciò, ecologicamente attivo dell'intera area alpina.

 

Portata variabile

I fiumi glaciali sono diversi dai fiumi a cui siamo abituati: la loro portata varia sensibilmente a seconda dell'ora e della stagione, a seconda dell'apporto di acqua di fusione dal ghiacciaio all'interno del bacino d'immissione. La portata dei fiumi glaciali nei mesi estivi è sensibilmente influenzata dalla fusione dei ghiacciai e mostra un andamento giornaliero tipico: durante le fredde mattine il fiume presenta molta meno acqua rispetto alla sera, dato che il ghiacciaio si scioglie molto meno. Nel primo pomeriggio, invece, i raggi del sole colpiscono il ghiacciaio facendo sciogliere il ghiaccio. Per l'Isel, l'acqua di fusione raggiunge solo in prima serata la bassa valle e nella notte la sua foce a Lienz.

 

Zona fluviale dinamica

In una zona fluviale così dinamica, le piene possono continuamente spostare le masse di ghiaia, creando nuovi isolotti, nuovi banchi e nuove spiagge. Così facendo, si creano habitat costantemente nuovi, continuamente ri-abitati. Gli specialisti li chiamano "siti pionieristici". Essi comportano un'ampia gamma di specie zoologiche e vegetali rare, che si sono adattate alla continua modifica del loro habitat e, anzi, ne hanno bisogno per continuare ad esistere.

 

Le tamerici: una rarità vegetale

Una di queste specie rare è la tamerice alpina (myricaria germanica), unica della sua specie in tutta l'Europa centrale. In passato era molto più diffusa, come testimoniano gli antichi libri di botanica. Oggi, invece, è una vera rarità. Dato che ha bisogno di molta luce per crescere e che è spesso coperta da salici e ontani, per attecchire in maniera duratura necessita del lavoro di continuo spostamento esercitato dai fiumi, che con il loro defluire creano banchi di sabbia e ghiaia sempre nuovi.

 

Area protetta in un habitat di flora e fauna

La tamerice è un indizio certo dell'incontrastata dinamicità e della vitalità ecologica di un fiume. Per questo motivo, l'Isel è stata insignito dello status di area protetta ai sensi della direttiva europea in materia di habitat di flora e fauna. Le tamerici sono rintracciabili ovunque nell'Iseltal. Vi preghiamo, perciò, di non avvicinarvi troppo alle tamerici e di non entrare sui banchi di ghiaia per non disturbare gli uccelli!

I dati principati dell'Isel

Sorgente: ghiacciaio di Umbal a 2.600 m di altitudine

Foce: Drava a Lienz a 668 m di altitudine

Dislivello: 1.932 metri

Lunghezza totale: 57,26 km

Bacino d'immissione: 1.200,36 km²

Quantità di tratti naturali/quasi naturali: 100%

 

Fauna particolare: piro-piro piccolo, temolo, rana temporaria, rospo comune, ululone dal ventre giallo, lontra europea, huco huco

Flora particolare: tamerice alpina

Importante:

Ricordate di portare con voi mezzi di protezione da sole e pioggia, abbigliamento da montagna (abiti caldi) e calzature resistenti!

Potrebbe interessarti anche

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi ogni mese i migliori consigli per offerte attuali, escursioni in montagna, eventi e tante altre cose.