Schönberglspitze

Il più importante a colpo d‘occhio

dislivello in salita
🔋
1640 dislivello
punto piú alto
🞍
2600 m
tempo di cammino salita
5 h
lunghezza percorso
5.9 km
difficoltà
🞽
medio
punto di partenza:
Schlaiten/Straße Richtung Glanz (995 m)
punto d‘arrivo:
Schönberglspitze (2.640 m)
stagione migliore:
GEN, FEB, MAR, DIC

profilo altrimetrico

File PDF

File GPX

Cartina interattiva

aperto

Meteo attuale

🖄
15 °C

Descrizione

 Lo Schönberglspitze si trova nelle propaggini orientali delle montagne di Defereggen, nella cresta che conduce dalla montagna locale di Lienz, l'Hochstein, verso nord-ovest. È raggiungibile dalla località graziosa e situata su una terrazza sospesa di Schlaiten sopra malghe antiche e offre una vista meravigliosa della valle Iseltal e dell'area di Lienz. Chi cerca il piacere si arrampicherà fino ai rifugi soleggiati del Krassalm e Petoggalm che rappresentano da soli una degna meta per il tour. Punto di partenza è il paesino di Mesner Schlaiten, circa 10 km a nord-ovest di Lienz. Utilizziamo la strada attraverso la località verso la montagna, i cartelli prima del ponte sul torrente Schlaitnerbach due volte a sinistra ci conducono inizialmente in salita in direzione Glanz. Passando per la stretta strada di montagna fuori dalla valle arriviamo, dopo circa 1 km dall'inizio del tour, ad una biforcazione (995 m, poche possibilità di parcheggio). La strada qui conduce leggermente in discesa verso Glanz – Oberlienz, mentre noi ci atteniamo al cartello giallo verso la malga Krass Alm. Dapprima portiamo ancora per poco gli sci a mano lungo la strada, alla prima curva a destra, sotto una casa, scompariamo nel bosco protettivo impenetrabile e tagliamo il primo tornante. Si può anche salire dalla casa passando per una strada forestale che in inverno viene trasformata in pista di slittino fino alla malga Krass Alm (cartelli), soluzione consigliabile se c'è poca neve. Dopo la prima scorciatoia utilizziamo il sentiero rurale fino a una graziosa croce in un tornante a destra. Poco sopra possiamo tagliare più volte passando per il bosco protettivo oppure salire comodamente proseguendo sulla strada forestale (cartelli), soluzione consigliata a chi non è del posto. Chi alla fine si è addentrato per la cintura boscosa superando 500 metri di dislivello, all'altezza di un fienile (1450 m) supera le suggestive radure e continua verso la montagna passando per superfici aperte. Chi passa per la strada forestale raggiungerà i pascoli un po' più in alto attraverso un sentiero. La destinazione è il grande edificio economico del Petoggalm (1815 m). L'ulteriore sentiero conduce attraverso graziose conche verso sud-ovest e sopra il margine del bosco arriva in una piccola conca. Questa viene lasciata in un attraversamento a sinistra (est) sotto ripidi pendii (NE, 30°) e la dorsale associata viene percorsa lungo la tratta quanto più piatta possibile. Attenzione, pericolo di valanghe! In caso di condizioni incerte si può attraversare anche all'altezza del margine del bosco verso la dorsale. Sempre rimanendo su questa strada, a circa 2540 m raggiungiamo dopo numerose curve la cresta tra Schönberglspitze e Lavant-eck, dove saliamo fino al punto più alto in genere senza sci passando per la cresta a nord-ovest a blocchi. Discesa lungo il tracciato della salita.


Troverete ulteriori consigli per gli skitour nelle guide sullo sci alpinismo di Thomas Mariacher, disponibili qui: www.grafikzloebl.at/verlag/buecher/

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi ogni mese i migliori consigli per offerte attuali, escursioni in montagna, eventi e tante altre cose.