Kalser Törl

Il più importante a colpo d‘occhio

dislivello in salita
🔋
1180 dislivello
punto piú alto
🞍
2809 m
tempo di cammino salita
4 h
lunghezza percorso
6 km
dislivello in discesa
🔋
11 dislivello
difficoltà
🞽
difficile
punto di partenza:
Kals – Oberlesach (1.415 m)
punto d‘arrivo:
Kalser Törl (2.809 m)
stagione migliore:
FEB, MAR, APR, MAG

profilo altrimetrico

File PDF

File GPX

Cartina interattiva

aperto

Meteo attuale

🌾
30 °C

Descrizione

Lo skitour al Kalser Törl è tra i più difficili nel gruppo dello Schober e può essere affrontato solo in condizioni assolutamente sicure. I fianchi, in pienoinverno in genere inavvicinabili, rientrano nella categoria dei pendii estremi, ciò significa che vengono percorsi molto raramente, pendenza oltre i 35 gradi e versante ombreggiato. In primavera, tuttavia, quando la massa di neve si è assestata, questo tour è una vera chicca lontano dalla frenesia. Il punto di partenza è la frazione di Lesach, a circa 1,5 chilometri da Kals. La strada ci conduce tra case originali fino all'ampio parcheggio vicino a una legnaia a Oberlesach (1415 m). L'accesso alle barriere di blocco ora non è più consentito e si deve tagliare per la strada attraverso i prati lato monte. L'ampia strada ghiaiosa ci conduce, sempre proseguendo verso la valle, fino al grazioso rifugio Lesachalm Hütte (1818 m, 1 ora e ½), che raggiungiamo con un attraversamento in discesa. Per il ritorno si devono calcolare 60 metri di dislivello di controsalita. Seguiamo il tracciato sciistico a sinistra del corso del torrente nell'avventurosa valle Lesachtal con le sue strutture montuose. A circa 2000 m proseguiamo dal fondovalle tra i radi larici in direzione sud-est verso i ripidi e temuti fianchi morenici sotto il Kalser Törl. Qui le condizioni decidono dove si salirà esattamente. Passando per l'area con le curve in salita (nord-ovest, 30°) ci teniamo distanti dai canaloni esposti ai venti e proseguiamo a circa 2400 m su un terreno pianeggiante. Qui inizia una piccola valle in quota e attraverso un paesaggio arcaico e accattivante saliamo fino al valico stretto tra Glödis e Ralfkopf. Il pendio finale (nord-ovest, 35°) spesso tradisce perché è spazzato dal vento e richiede capacità di valutazione delle valanghe. Con numerose curve in salita arriviamo con fatica in un breve canalone ripido che a seconda delle condizioni ci porta al Törl con gli sci o meno (omino di pietra, 4 ore dalla valle). Discesa lungo il tracciato della salita.


Troverete ulteriori consigli per gli skitour nelle guide sullo sci alpinismo di Thomas Mariacher, disponibili qui: www.grafikzloebl.at/verlag/buecher/

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi ogni mese i migliori consigli per offerte attuali, escursioni in montagna, eventi e tante altre cose.