Gölbner

​L'ascesa al Gölbner con gli sci è certamente una delle più ambiziose nelle montagne di Villgraten. Il ripido fianco di nord ovest, che scende nel Gölbner Boden, spesso tradisce perché è spazzato dal vento e il pendio è sinonimo di valanghe. Anche se il fianco si tocca "solo" nella parte inferiore (circa un terzo) e il resto della salita si compie lungo l'ampia, ma non meno ripida, cresta nord, qui ci si muove senza dubbio in una zona a rischio da non sottovalutare. Per la buona riuscita dell'ascesa al Gölbner è opportuno attendere le condizioni giuste, che quasi sempre si presentano solo in primavera.

Il più importante a colpo d‘occhio

dislivello in salita
🔋
1370 dislivello
punto piú alto
🞍
2943 m
tempo di cammino salita
4 h
lunghezza percorso
5.5 km
difficoltà
🞽
difficile
stagione migliore:
GEN, FEB, MAR, APR

profilo altrimetrico

File PDF

File GPX

Cartina interattiva

aperto

Meteo attuale

🗍
21 °C

Descrizione

Il nostro punto di partenza si trova nella valle denominata Winkeltal, a Villgraten. L'accesso avviene da Außervillgraten, sulla destra nella valle laterale di 11 km (cartello stradale). Presso il Reiterstubn, alla fine della strada asfaltata, utilizziamo la strada carrabile ripulita dalla neve per circa 1, 8 km procedendo verso valle fino a un ampio parcheggio. È il primo grande parcheggio nella Winkeltal e proprio qui comincia il nostro giro. Seguendo il cartello giallo che indica lo Straßalm ci teniamo sulla strada forestale, che idealmente si può accorciare tramite il sentiero estivo scarsamente segnalato. La meta intermedia è l'antico rifugio dello Straßalm (1987 m), dove conduce anche la strada di nuova costruzione. Il tracciato ora si inarca un po' al di sotto del rifugio sulle dorsali boscose in alto a destra (sud est) di quest'ultimo, dove localizziamo il sentiero estivo tra larici nodosi. Questo sentiero, a circa 2060 m, attraversa in salita gli alberi poco fitti del Gölbner Boden. Qui saliamo in ampi tornanti fino ad arrivare sotto il fianco roccioso dell'imponente Gölbner. Poco più in su, lasciamo il pendio ripido intorno a quota 2600 m per imboccare un attraversamento in salita verso est in direzione del valico sulla cresta nord del Gölbner (pericolo di valanghe). Sulla successiva dorsale, spesso spazzata dal vento, a seconda della situazione dell'innevamento si può raggiungere il punto più alto portando in parte gli sci. Discesa lungo il tracciato della salita.


Troverete ulteriori consigli per gli skitour nelle guide sullo sci alpinismo di Thomas Mariacher, disponibili qui: http://www.grafikzloebl.at/verlag/buecher/

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi ogni mese i migliori consigli per offerte attuali, escursioni in montagna, eventi e tante altre cose.