Karlsbaderhütte - Schartenschartl

Il più importante a colpo d‘occhio

dislivello in salita
🔋
1490 dislivello
punto piú alto
🞍
2575 m
tempo di cammino salita
4:30 h
lunghezza percorso
8 km
difficoltà
🞽
difficile
punto di partenza:
Tristach/Kreithof
punto d‘arrivo:
Schartenschartl
stagione migliore:
GEN, FEB, MAR, DIC

arrivo

Parcheggio
Parcheggio Landgasthof Kreithof

profilo altrimetrico

File PDF

File GPX

Cartina interattiva

aperto

Meteo attuale

Descrizione

Lo Schartenschartl è il ripido pendant dell'Ödkarscharte ed è molto apprezzato tra gli scialpinisti per la sua parte finale simile alla canna di un cannone. Il panorama che dallo Schartl si apre verso nord sul vicino e leggendario Steinkar o sul canalone affrontato in salita trasmette una sensazione di natura selvaggia e di avventura poco al di sopra dei tetti di Lienz. Qui, in primavera, spesso si trova un magnifico firn nei fianchi soleggiati all'uscita del canalone, mentre l'Ödkar situato di fronte ci aspetta ancora con uno dei suoi pendii dalla neve farinosa. 


Il punto di partenza è la trattoria Kreithof (1090 m, parcheggio a pagamento), 3,5 km a sud est della località di Tristach, che raggiungiamo attraverso la Tristacher See Straße. Quando è in funzione la pista di slittino, la salita al rifugio Dolomitenhütte (1610 m, obbligo di catene) è consentita solo in determinati orari o totalmente bloccata (servizio taxi). Attraverso prati aperti in meno di un'ora arriviamo al Dolomitenhütte; da qui, passando sotto ripide pareti rocciose, ci dirigiamo verso sud addentrandoci nell'ampia Laserzkessel. Dietro l'Instein Alm (1680 m) la strada carrabile sale e noi la lasciamo nel primo grande tornante a sinistra per attraversare una fossa sulla sinistra del sentiero estivo. In seguito il tracciato sciistico si snoda lungo il sentiero estivo attraverso distese di mugo, salendo fino all'imponente Marcher Stein (2000 m). Attraversando l'ampio terreno, in 20-30 minuti arriviamo al rifugio Karlsbader Hütte (2208 m). Circa 150 m a nord del rifugio saliamo in direzione est attraverso fianchi soleggiati (30 °) al di sotto della Grosse Sandspitze fino all'uscita del canalone del Schartenschartl, un po' difficile da riconoscere. Dopo alcune inversioni in salita si raggiunge l'inizio del canalone, a circa 2500 m. Gli ultimi 170 metri di dislivello nello stretto canale si superano con fatica, trasportando gli sci a mano oppure con abili inversioni in salita; quindi si accede al piccolo solco, spesso coperto da una coltre di neve, tra la Kleine Sandspitze e la Lavanter Gamswiesenspitze (sud, 35°). Attenzione, dopo le nevicate il canalone è interessato dalla caduta di valanghe dall'area verticale. 4 ore - 4 ore e ½ dal Kreithof.



Troverete ulteriori consigli per gli skitour nelle guide sullo sci alpinismo di Thomas Mariacher, disponibili qui: http://www.grafikzloebl.at/verlag/buecher/

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi ogni mese i migliori consigli per offerte attuali, escursioni in montagna, eventi e tante altre cose.