Tu sei qui: Home / Parco Nazionale / Inverno / Escursioni con le ciaspole / Ciaspolate guidate

Là dove stambecchi, camosci e aquile sono di casa:
ciaspolate guidate dai "ranger" alla scoperta dell'Ostirol

Escursioni guidate attraverso le distese innevate del Parco Nazionale Alti Tauri .

Quando, più di dieci anni fa, i ranger del Parco Nazionale Alti Tauri acquistarono le ciaspole per guidare gli ospiti alla scoperta della regione camminando su tavole grandi come piatti da minestra, il sentimento prevalente era lo scetticismo. Perché non iniziare direttamente con lo sci alpinismo e divertirsi sfrecciando a valle in neve fresca? Nel frattempo, tuttavia, anche molti abitanti del posto hanno scoperto il piacere delle ciaspole. Come nessun altro sport, infatti, questa disciplina invernale unisce solitudine, romanticismo e contatto con la natura. "Raggiungiamo luoghi altrimenti inaccessibili", afferma Andreas Angermann, che da tempo è un profondo conoscitore dei camosci e degli stambecchi che popolano le zone più incontaminate dell'Osttirol e non esce mai senza binocolo o cannocchiale. Insieme ai suoi undici colleghi, Andreas offre quasi ogni giorno escursioni guidate con le ciaspole. Si parte alle 9.30 e si finisce alle 13.30. Le escursioni prevedono dislivelli massimi di 250 metri lungo percorsi facili e non più di due ore di marcia – come pure panorami e avvistamenti indimenticabili.

Il punto di partenza del tour preferito di Andreas Angermanns è il parcheggio davanti al Lucknerhaus di Kals, a 1920 metri di quota. "La maggior parte dei principianti inizia con falcate troppo lunghe", afferma descrivendo l’errore principale che, tuttavia, non si protrae a lungo dato l'elevato consumo di energie richiesto da questo tipo di marcia. Seguendo un percorso a zig-zag, il ranger guida il gruppo attraverso il bosco di larici fino al suo confine, dove allo sguardo si apre la vista sulle ripide pareti rocciose del Gruppo del Glockner. Qui, con 200 esemplari, vive la popolazione di stambecchi più numerosa di tutto l’Osttirol. "Si possono anche vedere", promette Andreas Angermann, regolando in tutta tranquillità il suo obiettivo con un ingrandimento di 60 volte e distribuendo agli escursionisti cannocchiali professionali.

Tutti i tour sono rispettosi degli animali, i ranger mantengono le dovute distanze per non disturbarli. Per scattare comunque foto suggestive da conservare nel proprio album delle vacanze, Andras Angermann mostra come fotografare con la macchina fotografica digitale attraverso il cannocchiale. Il ranger garantisce l'avvistamento sicuro di camosci nella Defereggental intorno a St. Jakob. In questa zona, in inverno le temperature scendono spesso a meno 20 gradi e oltre. Nonostante ciò non è raro vedere branchi di 20 - 40 esemplari. "Nella valle non soffia il vento, il freddo è secco e quindi ben tollerabile", afferma Andreas Angermann, che accelera il passo se gli ospiti dovessero comunque sentire troppo freddo. Nell'attesa di avvistare i camosci, Andreas fornisce qualche nozione sulle valanghe, spiega le orme delle martore, delle volpi e di altri piccoli animali e non manca di suscitare sorpresa negli escursionisti quando adempie al suo incarico formativo come ranger del Parco Nazionale: perché le orme della lepre alpina sono più grandi di quelle della lepre comune? Perché la lepre alpina si è adattata a quest'ambiente e, come chi passeggia con le ciaspole, ha sviluppato una superficie d'appoggio più grande. Il pericolo maggiore per la lepre alpina è l’aquila. Nel complesso, nel Parco Nazionale vivono 45 coppie di aquile e ciascuna richiede un'area di almeno 45 chilometri quadrati. “Qui siamo al completo", afferma il ranger, per il quale da tempo l'esperienza più emozionante non è tanto avvistare la regina dell'aria, quanto uno degli esemplari più rari di avvoltoio..

Un appuntamento imperdibile per i più romantici sono i tour al chiaro di luna. La gita di tre ore in questo regno incantato inizia alle 19 presso la stazione di valle dell'impianto di risalita del comprensorio sciistico di Lienz Zettersfeld. Attraverso il bosco di abeti e larici il ranger segue le tracce degli animali, il silenzio rotto di tanto in tanto solo dal verso di una civetta o dal richiamo di una volpe. La luna inonda il paesaggio di una luce magica, sullo sfondo si riconosce il profilo spettrale del Gruppo del Schober, al quale appartengono 53 massicci rocciosi che svettano nella volta celeste con altezze di oltre 3000 metri. Andreas Angermann spiega agli escursionisti come orientarsi osservando gli astri, mostra il Grande Carro e la stella polare. Quindi prosegue alla volta del rifugio di Zettersfeld per gli amanti della natura. Tè o vin brulè per scaldarsi, poi si ritorna sulla via diretta. Naturalmente, il ranger aiuta i partecipanti ad allacciare le ciaspole: "Per evitare che qualcosa vada storto", afferma. Inoltre: quando non c’è la luna piena, i turisti possono godersi la ciaspolata notturna al romantico chiarore delle lanterne.

Nota:

i tour guidati con massimo dodici partecipanti costano 15 euro a persona incluso noleggio ciaspole disponibili in loco. Sono utili le racchette da trekking (ognuno deve portare le proprie). Gli itinerari variano a seconda delle condizioni meteo. Le escursioni guidate con le ciaspole vengono offerte da metà dicembre a metà marzo, inoltre vengono organizzate escursioni con la luna piena e con le lanterne.

Altri tour su richiesta

Nationalpark Hohe Tauern Tirol
Kirchplatz 2,
9971 - Matrei
Tel.: +43 (0)4875 / 5161-10
Web: www.hohetauern.at

Ordinare i nostri opuscoli

Ordinate il nostro ultimo opuscolo o vedere online.


OPUSCOLI ORDINA

 

 

Attivi in Osttirol

Passate 7 notti nell' Osttirol compreso 7 giorni Osttirol‘s Glockner-Dolomiten Card.

partire da € 229,- a persona

Info/Richiesta
Alla scoperta del Glockner e delle Dolomiti

3 notti compreso la carta Osttirol's Glockner-Dolomiten Card - Ammirate le Dolomiti a Lienz e Sesto...

partire da € 116,- a persona

Info/Richiesta
Osttirol's Glockner-Dolomiten Card

Per 3 o 7 giorni 26 destinazioni per le vostre gite.



ulteriori informazioni